lunedì, dicembre 15, 2008

An Alternative Christmas



Salve a tutti gente,

Sono il Piccolo di casa ad intrattenervi oggi e, sinceramente, ci tenevo a scrivere anch'io due righe su questo Natale 2008. Sapete quest'anno sono un pò più grande e comincio ad apprendere un pò di più rispetto al mio breve passato.


Il papone è refrattario verso le festività, lo immalinconiscono, dice di assistere a l'ennesima replica televisiva di un vecchio film famoso, per me è un'atmosfera del tutto speciale. Mi piace vedere gli addobbi e le luci che riempiono le strade della città, i sorrisi e la cordialità delle persone affannate alla ricerca del regalo natalizio.

Certo vien da chiedere perchè le persone siano cordiali e felici solo in questo periodo dell'anno e non lo facciano sempre, o almeno gran parte dei giorni. Mah, misteri della popolazione adulta, forse un giorno capirò anche questo.


Mi piace essere scarrozzato per il centro della mia città e vedere le vetrine illuminatissime, colorate e ricche di ogni splendido oggetto che afferrerei se potessi tra le mie mani per vedere che rumore fà, soprattutto lanciandolo con violenza a terra.


Per non parlare poi di tutte quelle prelibatezze che ti presentano sulla tavola! C'è questa specie di vulcano che a volte gli adulti presentano a tavola con tutti bozzi sporgenti che chiamano panettone, in altre occasioni lo cospargono di neve dolce e soprannominano pandoro. Ah bè io non faccio differenze e m'ingozzo di tutt'e due! Mi piacciono da morire entrambi!

Anche il Papone sente molto l'atmosfera natalizia. Da non credersi! L'altra sera dinanzi alla tv è comparsa l'immagine del Papa Ratzinger e il papone ha alzato le mani al cielo ed ha cominciato a pregare in una strana lingua! Alla fine era rosso in faccia. Credo di non aver capito bene, ma parlava del clero su alcuni recenti decreti....mah!

In casa anche noi abbiamo il nostro Albero di Natale. Certo è piccolo e soprattutto finto, ma lo abbiamo riempito di palline colorate e luci ed è bellissimo! Fosse stato più grande, le luci e gli addobbi si sarebbero persi, quindi va benissimo anche così!!


La mamma dice che non c'è niente di più tiste di vedere un albero infilato nel cassonetto della spazzatura una volta terminate le festività.

Sotto l'albero ci son pochi regali quest'anno. Il papone ha assicurato che per me ce ne saranno sempre, ma io son felice lo stesso perchè la nostra casetta è piena di buoni sentimenti.

Il papone dice che spenderà quello che rimane dei suoi pochi risparmi per comperare dei piccoli regali, ma dice che si fermerà solo su un esercizio che sopra riporta la scritta UNICEF evitando di perdere tempo in bourtique dove il commesso si atteggia a star hollywoodiana, e il proprietario ha ricaricato del 100% il prezzo dei suoi prodotti.


La polemica del Sup non si ferma qui. Disprezza anche tutti quei banchetti con donne impellicciate facenti parte di congregazioni massoniche che chiedono contributi a fini benefici, che definisce "banchetti dell'ipocrisia" e si chiede che fine facciano nella parte restante dell'anno.





E' il solito papone polemico, ma a me fa tanto ridere ed anche alla mamma. Il Natale lo passeremo dai nonni, insieme agli zii e ai miei cugini. Il papone è seriamente preoccupato per l'aspetto culinario. Ha paura di esplodere dopo la grande abbuffata, anche perchè poi non riesce a controllarsi a tavola e si ingozza all'inverosimile. La nonna Rosina è davvero brava in cucina, anche se il Superfly ha paura di incappare nel consueto aglio assassino che inevitabilmente su dieci piatti a disposizione deciderà di finire sicuramente sul suo.

Insomma per noi si prospetta un bel Natale e mi auguro che anche per voi lo sia!!!!



">

Happy Christmas

Little Buddha

venerdì, dicembre 05, 2008

The Big Kahuna

Salve a tutti i lettori incalliti di questo delirante blog.
Oggi li mio post è rivolto in primis all'erede di famiglia, il Piccolo Buddha. In realtà ho solo copiato il monologo principale che caratterizza un film: "The Big Kahuna" che considero un vero capolavoro.

Il film è del 1999, tratto da una commedia teatrale di Roger Rueff, che ha curato anche la sceneggiatura, che vede come protagonisti in una stanza d'albergo del Midwest, tre venditori di lubrificanti industriali, in attesa di incontrare alcuni clienti per poter concludere un affare che possa risollevare le sorti della società per cui lavorano. I tre sono molto diversi tra loro, Larry e Phil sono i "vecchi" mentre Bob è nuovo del mestiere ed attendono l'appuntamento parlando della vita, del lavoro, delle donne e di loro stessi, trasformando così la stanza d'albergo in una sorta di palcoscenico teatrale. (Il cast è di tutto rispetto: Kevin Spacey; Danny De Vito)

Se un giorno dovessi fare un discorso serio al Piccolo, bè trarrei diverse idee e concetti da questo testo.


Bando alle ciance ecco a voi il monologo.

Spero vi piaccia come lo è stato per me...



Goditi potere e bellezza della tua gioventù.

Non ci pensare.

Il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite.

Ma credimi tra vent'anni guarderai quelle tue vecchie foto.

E in un modo che non puoi immaginare adesso.

Quante possibilità avevi di frontee che aspetto magnifico avevi!

Non eri per niente grasso come ti sembrava.


Non preoccuparti del futuro.

Oppure preoccupati ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un'equazione algebrica.

I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non ti erano mai passate per la mente, di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio.

Fa' una cosa ogni giorno che sei spaventato: canta!


Non essere crudele col cuore degli altri.

Non tollerare la gente che è crudele col tuo.

Lavati i denti.

Non perdere tempo con l'invidia: a volte sei in testa, a volte resti indietro.

La corsa è lunga e, alla fine, è solo con te stesso.


Ricorda i complimenti che ricevi, scordati gli insulti.

Se ci riesci veramente, dimmi come si fa...

Conserva tutte le vecchie lettere d'amore, butta i vecchi estratti-conto.


Rilassati!

Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita.

Le persone più interessanti che conosco a ventidue anni non sapevano che fare della loro vita.

I quarantenni più interessanti che conosco ancora non lo sanno.


Prendi molto calcio.

Sii gentile con le tue ginocchia, quando saranno partite ti mancheranno.

Forse ti sposerai o forse no.

Forse avrai figli o forse no.

Forse divorzierai a quarant'anni.

Forse ballerai con lei al settantacinquesimo anniversario di matrimonio.

Comunque vada, non congratularti troppo con te stesso, ma non rimproverarti neanche: le tue scelte sono scommesse,come quelle di chiunque altro.


Goditi il tuo corpo, usalo in tutti i modi che puoi, senza paura e senza temere quel che pensa la gente.

E' il più grande strumento che potrai mai avere.

Balla!

Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno.

Leggi le istruzioni, anche se poi non le seguirai.

Non leggere le riviste di bellezza: ti faranno solo sentire orrendo.


Cerca di conoscere i tuoi genitori, non puoi sapere quando se ne andranno per sempre.

Tratta bene i tuoi fratelli, sono il miglior legame con il passato e quelli che più probabilmente avranno cura di te in futuro.

Renditi conto che gli amici vanno e vengono, ma alcuni, i più preziosi, rimarranno.

Datti da fare per colmare le distanze geografiche e gli stili di vita, perché più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone che conoscevi da giovane.


Vivi a New York per un po', ma lasciala prima che ti indurisca.

Vivi anche in California per un po', ma lasciala prima che ti rammollisca.

Non fare pasticci con i capelli: se no, quando avrai quarant'anni, sembreranno di un ottantacinquenne.


Sii cauto nell'accettare consigli,ma sii paziente con chi li dispensa.

I consigli sono una forma di nostalgia.

Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio, ripulirlo, passare la vernice sulle parti più brutte e riciclarlo per più di quel che valga.

Ma accetta il consiglio... per questa volta.


Ciao Piccolo, se un giorno ne avrai occasione, tu buttaci un occhio....
Papone Sup.

mercoledì, dicembre 03, 2008

The List for Santa Claus!

Salve a tutti carissimi rete-utenti,

siamo alle porte della festività ipocrito-consumistica del Natale, periodo in cui dobbiamo sforzarci tutti di essere più buoni, osservare le sane regole di una pacifica convivenza, pensare a chi sta messo peggio di noi (cioè?? c'è qualcuno che sta messo peggio di me??)e porgergli la mano (si ma funziona solo sotto il periodo natalizio, ad agosto si fanculizza chiunque chieda alcunché).




A tal proposito, come ogni anno, mi ritrovo a dover sopportare chi ha l'abilità innata di saper rompere i xxxxxxxx e puntualmente si fa vivo in questo periodo, mettendo a dura prova i buoni propositi di risultare più buono.

Ciò nonostante provo ugualmente a redigere la mia consueta Lista di regali per Babbo Natale, augurandomi che almeno quest'anno riesca ad esaudire parte dei miei più reconditi desideri.



The List for Santa Claus:


1) La playmate del mese di agosto, vestita da Babba Natale.


2) La realizzazione dal vero del telefilm Lost con protagonisti i nani del governo italiano.
3) Il trasloco dei vicini



4) Una doppietta con munizioni per visite inaspettate e poco gradite (es.-parenti, affini, coinquilini, tonache nere di qualsiasi razza, camicie verdi, ecc..).



5) Un cervello funzionante ad almeno uno della dirigenza dell'Internazionale Football Club.


6) Un 3/4 di italiani nella squadra dell'Internazionale Football Club (si lo so sono un inguaribile, nostalgico, illuso e romantico tifoso).


7) La Suocera che finalmente capisce di non mettere l'aglio in ogni piatto altrimenti mi sento male, anche se poi dopo la pietanza "nun sa de niente!".



8) Una presa di coscienza della classe imprenditoriale italiana orientata più a risanare le grandi imprese nazionali piuttosto che a farne uso a proprio piacimento e disfacimento.



9) Una legge seria sul conflitto di interessi e un bel calcio in culo a quella faccia tosta del cabarettista improvvisato premier.



10) Una popolazione compatta che esprima tutto il suo malcontento sui provvedimenti di questo (ed anche del precedente) Governo, abrogando tutte le ultime novità (indulto compreso, ma tano ormai chi doveva uscì...).



11) Una nuova Breccia di Porta Pia e il confinamento di quel tizio eretico vestito di bianco.




12) Un paio di scarpe nuove da running e un paio di gambe nuove :D .

13) Un lavoro nuovo e un team rigorosamente composto da soli uomini.


14) Un biglietto di sola andata per la Norvegia con una proposta di lavoro.



15) Una vincita stra-miliardaria al lotto, al bingo, al totogoal, 'nsomma a qualsiasi cacchio di gioco!



16) La raccolta accidentale della refurtiva di una mega rapina in banca, persa da dei ladri messi alle strette dalla polizia....minchia sarebbe bellissimo!



17) Essere chiuso dentro un mega centrocommerciale e la possibilità di incularmi ogni cosa senza essere sgamato la mattina seguente.



18) Ereditare un albergo in un'isola tropicale da un parente estroso ma estremamente simpatico!


19) Un periodo tranquillo con la mia Lazy & il Piccolo Buddha lontano da cagacazzi.



Bé direi che questo è tutto. Non mi pare di essere risultato troppo pretenzioso, suvvia! Voi che ne dite, vi piace la ma lista di regali richiesti a Santa Claus??


Exprimez un avis



Au revoir
Messieur Les Superfly

Il Compleanno di Mamma Lazy



Salve a tutti carissimi lettori,






sono Little a ragguagliarvi sulle ultime novità in casa Superfly. Dovete sapere che domenica scorsa (il 30 novembre), è stato il compleanno della mammona. Io ero pronto di tutto punto per partecipare ai festeggiamenti, a gonfiare ed esplodere palloncini, ma soprattutto a mangiare la consueta torta di compleanno.






....e invece no! I due vecchi m'hanno tirato uno scherzo davvero bello! Mi hanno smollato dai nonni e loro se ne sono andati a festeggiare a Bologna. In compenso sono stato viziato, stracibato e venerato come un imperatore romano!




Il papone aveva la maratona a Firenze per il 30 ma complice l'infortunio, è stato felice di festeggiare il compleanno della mammona a Bologna, sua città universitaria (quindi un secolo fà, più o meno).


In città pare abbiano conosciuto di persona, finalmente, la bellissima&simpaticissima "Piccola" e la cosa obiettivamente mi fa arrabbiare ancor di più! Alla prossima trasferta ci sarò anch'io, promesso!! Lo giuro sopra il capoccione del papone Sup.


I veci mi hanno riportato un piccolo regalino, un libricino di Cars (sgrunt! Spilorci!), ma dicono che hanno preso accordi con Santa Claus e pare che per Natale potrebbero esserci dei bei regali, tutto dipende dal mio bel caratterino.


A prescindere da questo, pare che dal uik-end i veci ne abbiamo tratto giovamento. La mammona è felice e talmente euforica che ora crolla a dormire ben 10 minuti dopo le 11,00!!!

Il Superfly invece ha smesso di imprecare ed arrabbiarsi fino al lunedì successivo, ricominciando la routine lavorativa.



Nel frattempo s'è fatto tagliare i capelli dalla consorte, stile marines e dire che sta male è un eufemismo! Non so come abbia potuto convincere o estorcere la disponibilità della Lazy Girl ad una tale incombenza, lei che si definisce innamorata dei ricci del Sup, mah!!

Il Papone dice che così riesce ad incutere con maggiore efficacia un timore reverenziale in ufficio. Secondo me non sta molto bene, e poi dicono che crescendo uno matura, bo!?

Io?? Be per ora mi diverto per ora al nido d'infanzia con l'allegra brigata di bimbi frignanti e scagazzanti. Sono l'unico che non frigna quando entra. Saluto il papone e me ne vò a giocare.



A la prochaine
Little Buddha

mercoledì, novembre 26, 2008

Giorni migliori


Salve a tutti,

in settimana abbiamo avuto una visita inaspettata: il virus gastrointestinale a sorpresa ha fatto visita alla casa Superfly e s'è trattenuto tutta la notte di lunedì e il giorno seguente con i coniugi Superfly & Lazy Girl.


Fortunatamente non ha disturbato il sonno del piccolo Buddha che, vigile ed iperattivo come sempre, ha sfogato la sua energia su due genitori ormai cadaveri.


Il Sup ha appurato che intrattenersi con il Sig. Virus per una notte è molto più efficace di qualsiasi duratura e drastica dieta!







Ora i coniugi hanno qualche difficoltà a recuperare le energie in questi giorni, ma assicurano che saranno in forma per il uik end in cui saranno nella città di Bologna in occasione del compleanno della consorte.







Saluti Gastrici
Il Superfly

giovedì, novembre 20, 2008

L'Universo Femminile - Il Pessimismo Cosmico!



Sottotitolo: "La donna - Consigli pratici sull'utilizzo"


Salve a tutti cari assidui lettori,


la mia età non più giovanile e le mie esperienze maturate dopo anni di battaglie sul campo (in alcune circostanze vinte in altre no, ovvero la stragrande maggioranza dei casi), mi permettono di affermare, modestia a parte, che negli anni ho acquisito una buona dose di esperienza per dare validi consigli a chi è in tenera età ed ha bisogno di una guida spirituale.



Se non avete ancora capito, quest'oggi parleremo dell'Universo Femminile e delle paradossali vicissitudini che si aggirano attorno a questa curiosa tipologia umana. Studieremo il loro "modus ragionandi" e come sapersi relazionare con loro per limitarne o contenerne le pericolose conseguenze.


L'uomo da sempre cacciatore, ha una vera e propria passione per l'essere umano di genere femminile (in alcuni casi ci può essere però una principale prerogativa per un interesse ornitologico), anche se sa che questa sua debolezza lo può portare ad un lento ed inesorabile processo di svuotamento cerebro-spirtuale, con perdita considerevole, se non totale, della sua personalità e della sua prerogativa alla caccia!



L'uomo ha la paradossale convinzione di essere lui il conquistatore della femmina, quando in realtà è l'esatto contrario di quanto si possa immaginare. La donna quando viene conquistata, in realtà sa già tutto del suo pseudo-conquistatore: Ammontare sul c/c; Professione; Parentela, Future Successioni e potenziali eredità, Proprietà in ordine sparso; Autovetture; Cash contanti in tasca compresi.




La donna sa benissimo quali sono i canoni che attraggono lo sprovveduto cacciatore e pertanto può cadere facilmente nella trappola tesa.


Gli esemplari che attraggono con una certa forza il cacciatore sono quelli che curano in maniera meticolosa l'aspetto visivo:


1) Trucco - tempo necessario da 3/4 d'ora a un'ora 1/2 con la conseguente inagibilità del gabinetto nelle ore più strategiche e fondamentali della giornata.


2) Abbronzatura presso centri estetici tempo necessario - 4/6 ore.


3) Peeling (vere e proprie torture sadomasochistiche per togliere peli di dosso) presso l'estetista - tempo necessario da 3 ore a tutta una mezza giornata.



4) Shopping presso boutique di moda - tempo impiegato direttamente proporzionale al numero di capi costosi presenti nel negozio (anche tutto il pomeriggio).





Il consiglio che voglio darVi è questo, cari giuovani cacciatori. Più è agghindato l'esemplare femminile tanto più sarete spinti da...l catturarlo, ma sappiate che una volta che vi siete trasformati da cacciatori a compagni, passerete gran parte del vostro prezioso tempo ad aspettarle, ora fuori da una estetista che la mette al ragguaglio di tutti i pettegolezzi della Regione, ora fuori dal centro abbronzante, ora a consigliarla suu una serie interminabile di abiti da indossare. Ah dimenticavo un particolare importante, ovviamente sarete Voi a pagare, no non fisicamente, economicamente intendevo!



Dunque il tempo in cui scorrazzavate felici in un campo da giuoco dietro una palla, che sia rotonda od ovale, son finiti! Le giornate che passavate ad arricchire della Vostra preziosa essenza i completi iper-attillati e sintetici che indossavate in palestra, son terminati! Ora li passate dentro il salottino squallido di una estetista vernecchiona, a leggere riviste come "Oggi", "Novella Tremila" "La Trivella del Peccato" ed altre menate in ordine sparso.




La donna- il connotato cerebrale:


Prerogativa della donna è la sua eterna capacità di contraddizione. Fate attenzione ad insaurare un argomento in cui avete opinioni contrastanti! Anche se la donna vi darà ragione in cuor suo non vedrà l'ora di farvela scontare. Da buon felino saprà poi attendere il momento più opportuno!






Per esempio: credete forse che il fatto di passarvi dinanzi il televisore acceso proprio nel momento in cui la squadra del vostro cuore sta realizzando una rete sia del tutto casuale?? ah ah ah, niente di più falso. Ma alle vostre legittime lamentele, lei saprà convincervi con un'abilità teatrale della pura incidentalità del fatto.


Quando la donna vi dice si, in realtà equivale ad un no. Quando la donna vi dice no, è no e basta.


Chiaro no??


Come agire in tal caso?? Quale direzione prendere per non correre rischi elevati?? Ricordate! La donna passa buona parte del suo tempo ad affilare le sue unghie, non è il caso di sfidarla sullo stesso piano. Quando non riesci a sconfiggere l'avversario, studia le sue tecniche e agisci di conseguenza.


Per esempio: Se la donna vi pone un quesito, conosce già la risposta. E' del tutto inutile che state lì a perder tempo ad ascoltarla, basta annuire ogni tanto con la testa (nella stessa maniera del cagnolino che vostro padre teneva dietro il lunotto della sua Fiat campagnola), per far credere la stiate ascoltando, per poi esordire a termine quesito: "Quello che vuoi tu a me sta bene, cara!"


Questo darà la soddisfazione al genere umano femminile del fatto che in realtà comprendiate le sue necessità.



Precauzioni sull'utilizzo: Attenzione però a non abusarne della tecnica, c'è chi viene scoperto e a quel punto subisce tutte le ritorsioni del genere femminile, in quanto, altra sua caratteristica, la donna è terribilmente suscettibile nonché vendicativa. C'è chi dopo essere stato scoperto è stato soggetto alle più terribili ripercussioni tipo quella di vedersi prosciugato il proprio credito sulla Carta di Credito, perso dentro una boutique o peggio da un orefice.



Suggerimento: Mentre la Vostra donna vi parla, ogni tanto apritelo il contatto audio dei vostri timpani, quel tanto che basta per memorizzare le ultime frasi pronunciate. Nel caso veniate messi improvvisamente alla prova, non verrete sbeccati.


C'è qualche giovane allievo che ogni tanto chiede, "Oh Maestro, illuminami, come posso mantenere il tempo necessario per poter giocare la sera l'immancabile incontro scapoli - ammogliati??" oppure chi mi dice: "ma come faccio a partecipare alla bisca clandestina del venerdì sera??"



La risposta è sempre la stessa, una volta che avete creduto di aver fatto la Vostra conquista quando in realtà siete Voi ad aver fatto la fine del topo in gabbia, non resta che una soluzione: Bisogna scendere a compromessi!




La relazione con una donna è come una partita a scacchi: io ti do un pedone e perdo l'alfiere, fate vobis!






* Volete la partitella di calcio?? Lei festeggia la festa delle donne infilando banconote nel perizoma di qualche pluripalestrato spogliarellista!






*Ci tenete al vostro pockerino?? Lei vorrà partecipare ai tornei di burraco in cui perderà inevitabilmente una fracca di soldi.........i Vostri! Però si divertirà tanto nel frattempo a parlare con le sue amiche.



La donna- il suo periodo X:



Avete presente a quelle volte in cui distrattamente, mentre stavate prendendo una birra ghiacciata dal frigo preparandovi a gustarvi la vostra serie poliziesca alla tv, avete notato la compagna segnare qualcosa sul calendario di Frate Indovino attaccato alla parete della cucina??


Bene, TORNATE INDIETRO E ANDATE A CONTROLLARE!


Sono quei periodi in cui la vostra amata ragazza è indisposta. E' un bene che ci siano con regolarità, sono c@xxi quando si avvicinano!


Mi spiego meglio: quando la donna è indisposta, tutto ciò che vi ho suggerito sopra NON VALE! Non prendete iniziative, non parlate, non respirate, ma soprattutto non contradditela MAI!


Il rischio di pesanti ripercussioni psico-fisiche è estremamente elevato e la donna proverà un senso di piacere nel farlo! In genere qualche amico s'inventa delle pseudo-trasferte aziendali, pur di non gravitarle attorno, ma la cosa è estremamente rischiosa.


La donna in questi suoi periodi viene pervasa da un alto senso di "Pessimismo Cosmico" in cui si vede protagonista di ogni possibile ed immaginabile sventura. Se venite scoperti, la sua sconfinata fantasia può portarla ad immaginare di tutto, magari pure un tradimento, il che significa che il vostro ritorno coinciderà con la fine dei vostri giorni sulla terra. Pensateci bene prima di prendere una tale decisione!


Consiglio: Assumete la funzionalità del pungiball e, in quei periodi mentre la vostra amorevole compagna si trasforma in Rocky Balboa e vi mazzola di cazzottate che arrivano da destra e sinistra, mentre ganci e montanti arrivano da tutte le parti, voi tappate l'audio dei vostri padiglioni auricolari e ripetete tra voi: "nonfamale-nonfamale-nonfamale!"




Sinceri Auguri

Superfly



Ps- il tutto è condito da pura fantasia e ironia (concetti estranei all'universo femminile). Donna non prendertela a male se ti piglio un pò per culo!

lunedì, novembre 17, 2008

Il Papone & la sua verve calcistica!


Salve a tutti gente,

sono il piccolo di casa ad intrattenervi oggi. Siamo nel bel mezzo del mese di Novembre ed ecco che si avvicina il compleanno della mammona dopo il mio. Di conseguenza il papone Sup. entra in uno stato ansio-cardiopatico per la scelta del regalo da fare alla consorte (consigli sono ben accetti).

Il nervosismo in realtà è causato anche dalla sua verve calcistica che, a prescindere da quanto lui stesso sostiene sul presunto menefreghismo, viene animata dalla vicinanza col derby d'Italia: Inter - Juve !

L'ultima volta l'ha presa male e per colmare la delusione per il risultato s'è fatto una maratona dei colli piceni, in compagnia di qualche lupo, un paio di gufi e tre scoiattoli.


C'è da dire che l'umore del papone per la vigilia del match è stato sconvolto dalla lite domenicale ZENGA - varriale, per cui ora si vede il Superfly passeggiare nervosamente per casa ripetendo da solo: "il capitano non si tocca" - "Walter è uno di noi!"

"Sacrilegio! Parrocchiale brutto na@vvx-raccom@Nfgl di sta mindfgzxq!" - censored -

"Ci vuole rispetto per il N° 1 d'Italia xc@zvz0!"

Il mio vecio si stupisce ancora nel sentire che un giornalista della tv di Stato risulti essere arrogante e poco professionale nell'esercizio delle sue funzioni ed io gli ricordo che vive in un Paese come l'Italia dove già da piccolo ti insegnano a capire che la meritocrazia, la professionalità, lo stile e la competenza non sono requisiti che trovano il giusto riconoscimento.


Insomma il Superfly sragiona e dice che non pagherà più il canone rai fino all'arrivo di Noè a bussare alla porta per invitarlo a salire a bordo insieme con tutti gli animali per la prossima apocalisse.

Talvolta però rinsavisce e ricorda che, in occasione del match, alcuni dei suoi migliori amici e parenti sono juventini, in primis la consorte!!

Dice che degli amici si accettano sia i pregi che i difetti, come pure dei parenti. In fondo la perfezione non è di questo mondo. Aggiunge tra l'altro che è molto preoccupato dal signore che parla con gli uccelli. Da quando cinguetta ha ricominciato a centrare la porta e la cosa lo preoccupa!

Per il resto le cose vanno bene. Ho avuto già la mia prima raffreddatura che ha messo in stato di agitazione i miei veci.

Nel giro di una settimana mi sono sentito come un topo da laboratorio. Mi hanno bombardato per giorni nella seguente maniera:



1) Inalazioni stra-puzzolenti-nebbiose ed ininterminabili, attaccato ad una strana apparecchiatura definita dal Superfly come "laereoSòla"

2) Gocce infilate nelle orecchie, effetto "fare il bagno al mare con forza 9".

3) Gocce sugli occhi, effetto "viaggare a 300Km/h sulla moto controvento dimenticandosi gli occhiali a casa".

4) Pulitura del naso con tubicino; ossia i tuoi veci ti infilano a tradimento, dopo averti completamente immobilizzato, un tubo su per il naso e poi nel pieno del sadomasochismo genitoriale, tentano di aspirarti il cervello, facendotelo uscire dal naso.


Insomma la solita vitaccia da infante! Sperem ben per il proseguito di questo inverno, nel frattempo resto in attesa della partitissima, gustandomi tutti gli stadi di ansia calciofila del mio papone (ma metti che vince la giuve, e chi se la perde l'occasione di veder sfottuto il Sup dallaaaa.... com'è che la chiama il papone? ah si, "incosciente ignoranza calcistica" della mammona??). :rotfl:



A la prochaine
Little Buddha

venerdì, novembre 14, 2008

Nonni Pericolosi ! ! !




Con i tempi ed i ritmi dei giorni odierni risulta assa difficile se non impossibile per una famiglia di modesta condizione patrimoniale il problema "a chi affidare i propri figli mentre si lavora". Il lavoro richiede gran parte del tempo a disposizione e poco rimane per stare dietro ai propri bambini. Chi ha i nonni, ne usufruisce per la loro felicità fino al ritorno dalle fatiche lavorative, chi non ne ha li lascia presso nidi d'infanzia e asili, spesso a pagamento con enorme dispendio economico e il problema di ulteriori spese da aggiungere ad un budget familiare sempre più critico.
Per amore dei figli però si fa questo ed altro.


Il problema è che spesso, pur avendo dei nonni a disposizione, non tutti hanno la fortuna di averli anche affidabili.
Leggo il giornale (per la precisione l'intervista di Andrea Cangini a Cossiga per il "GIORNO/RESTO/NAZIONE", giovedì 23 ottobre 2008) e rimango allibito da certe affermazioni di persone un pò in là con gli anni ma che per il ruolo che rivestono e la propria carriera, ogni volta che aprono bocca anziché ascoltare principi pieni di saggezza, o quanto meno illuminanti senti invece di quelle eresie che in un Paese Civile il sol pronunciarle li porterebbe a subire un procedimento giudiziario.....e allora penso, ma sti vecchi non c'avranno pure loro dei nipotini ? ?
E se la risposta è affermativa, perchè non lasciano tutto, si godono l'enorme pensione che noi cittadini italiani abbiamo contribuito a fargli maturare e se ne vanno ad accudirli??


Si fanno delle belle passeggiate in centro o nelle varie pinetine, magari li accompagnano a mangiare un gelatino, ci giocano e via siamo tutti un pò più felici ....... per quanto, mumble mumble..... se fossi io il figlio di certi anziani, sentire il proprio genitore dire certe assurdità, mi spingerebbe a rivolgermi subito da uno specialista e magari non lo farei più uscire di casa.
Sicuramente non gli lascerei in mano mio figlio, a uno così!





Comunque apprendo con una certa felicità che qualcuno ha mostrato le proprie reticenze nei confronti dell'anziano molestatore, sotto le finestre della sua abitazione. Ora i suoi di figli, penso, prenderanno provvedimenti, no??

....me sa de no, mortacci..







Saluts
Superfly

martedì, novembre 11, 2008

Il Fotografo del Jazz


Salve Gente,

qualche mese fà (11 Ottobre del 2008) se ne andava il "grande fotografo del Jazz" William Claxton.

In genere non do spazio a queste notizie sul blog, ma le sue foto mi colpirono subito. Dal primo momento in cui le vidi me ne innamorai.
Ricordo la mia scoperta di Mister Claxton. Ero in una libreria e mi imbattei in un libro dedicato ad uno dei musicisti che preferisco, Chet Baker, il "classico bravo-bello & maledetto". A rendere magico quel piccolo volume erano però le foto che lo ritraevano. Il fotografo era riuscito a carpirne l'anima. Le immagini erano una più bella dell'altra e tutt'ora conservo quel libro come fosse una reliquia. Tornai di corsa a comprarne altri di quei libri, uno su Thelonoious Monk ed un altro su Billie Holiday e rimasi affascinato sempre da quelle bellissime fotografie. Sembrava che quel tal Claxton riuscisse a trovarsi sempre al posto giusto, al momento giusto.


Ha immortalato i momenti più magici del Jazz, i suoi protagonisti, ma anche le celebrità del cinema, contribuendo a renderli celebri e leggendari.

A questo punto mi sorge un dubbio. Pare che io abbia seguito in tutta la mia eterna (si eterna) giovinezza la sua amata macchina fotografica. Ora non riesco più a capire se mi sono innamorato di quei personaggi o delle foto del Claxton.... mah!
I miei "miti", i musicisti che ascolto ed amo come pure gli attori che preferisco, sono stati i soggetti delle sue foto e ne ha saputo cogliere gli aspetti più nascosti, le loro espressioni, il loro stato d'animo. Non si è limitato a fare semplicemente delle belle fotografie, ma ogni volta è riuscito ad immortalare un momento particolare, ha saputo ritrarre la soggettività di personaggi fuori dal comune.

Spiace di aver perso un artista del genere, avrebbe potuto regalarci chissà quante altre immagini storiche.
Continuerò a custodire gelosamente quei piccoli volumi dei miei musicisti preferiti dagli assalti del Piccolo Buddha che ogni tanto prova ad arraffarli, scappando a zonzo per tutta casa.............
Nel frattempo vi faccio partecipi di queste magiche fotografie che potete ammirare meglio sul sito a lui dedicato (cliccate sul suo nome in cima al post). Mi ringrazierete.















Saluts
Superfly

domenica, novembre 09, 2008

Little Buddha'S Birthday !


Salve a tutti gente,

sono Little Buddha a scrivere ed oggi il messaggio è rivolto non a tutti ma ad altri bimbi come me, se non più piccoli, in procinto di festeggiare il loro primo compleanno.


Oggi è stato il mio!!! Ebbene si, compio ben 2 anni di questa vita e devo dire che il fatto di essere festeggiato e riceve una marea di regali mi piace parecchio.



C'è un piccolo particolare da sopportare: per poter ricevere i regali bisogna purtroppo sopportare tutti gli sbaciucchiamenti e strizzate di ossa da parte delle zie, ma ne vale la pena.


Il secondo inconveniente è legato alla scelta dei regali. Ce ne sono di alcuni che ancora non riesco a comprendere, ma che tanto piacciono ai miei veci: I cosidetti "vestitini" ossia odiosi cappelli, pantaloni, giubetti che inevitabilmente ti obbligano ad indossare anche se dentro casa c'è una temperatura di 30° C.


Per fortuna io ho un vecio che è più bimbo di me e non sbaglia mai un regalo!! Così sono arrivate immancabilmente delle automobiline da aggiungere alla collezione per la mia felicità.


Altro aspetto felice da tenere in considerazione per il proprio compleanno è la splendida distesa di roba dolce come cioccolata, panna e altre delizie che gli adulti chiamano comunemente "Torta!" Bé che dirvi se non che...è semplicemente fantastica ed il primo istinto che avrete, vedendola così bella, colorata ed invitante....è quella di infilarci le mani dentro.


Bene, se avrete anche voi quell'istinto...fatelo pure, la cosa è davvero fantastica, come pure quella di infilarvi poi in bocca le dita che avete appena immerso nella torta! Sarete assaliti da un turbino di sapori sublimi per il vostro palato e ne vorrete subito ancora e ancora e ancora.....



Aaah....bene è stata una giornata davvero estenuante ragazzi, mi sento davvero distrutto e considerata l'ora, vi dirò.......m'è venuta un pò di fametta, per cui vado a vedere cosa mi ha preparato di buono la mami per cena !







Au Revoir Les Enfants
Little Buddha

giovedì, novembre 06, 2008

Tu vò fà l'Americano!


Sottotitolo: "L'America ha voltato pagina! "

Salve gente,
è impossibile non buttare giù due righe su quello che sta avvenendo in questi giorni. L'America ha votato, ha un nuovo Presidente. Per la prima volta si tratta di un Presidente di colore, smentendo quanti consideravano questa una prerogativa troppo grande da superare per un Paese notoriamente razzista.

Evidentemente non è così, o almeno lo è per la stragrande minoranza della popolazione, sicuramente molto meno di quanto si possa pensare rispetto al nostro Paese; ma soprattutto gli americani con questo voto schiacciante, hanno voluto dimostrare di voler cambiare!



Si sono resi conto dell'errore-orrore di aver dato fiducia ad un Presidente che ha reso impopolare e debole la nazione più potente del mondo. Loro hanno capito! Sono andati in massa a votare e hanno buttato giù dal piedistallo la famiglia Bush.


Guardo con un misto di felicità e invidia gli amici americani, "cacchio che risposta avete dato! Avete mandato a casa il vecchio mandrillone & la velina!" Poi ti volti, guardi cosa capita in casa tua e ti metti le mani nei capelli! Noi amici italiani abbiamo riempito il nostro di Paese con Veline-Ministri e vecchi babbioni arraffoni, maporcxczvzvzv!!


Mi chiedo quando.... quando apriremo gli occhi noi italiani prima di renderci conto dell'enorme stronzata fatta??

Quando capiremo che allora era meglio esser considerato un "coglione" piuttosto che un pirla con le brache calate e il culo pronto per esser uggellato??

Mi chiedo quanto dovremo aspettare ancora prima che la popolazione capisca che è ora di mandare a casa questa classe politica??

Quanto dovremo ancora sopportare prima di vedere un briciolo di reazione, di rabbia, di orgoglio venir fuori da questo popolo inerte??

Nel frattempo, mentre l'America esulta e spera nel cambiamento, noi in Italia accendiamo la Tv per vedere le cerebrolesi e deliranti massime di uno dei nostri illustri senatori, Marcello dell'Utri che ricopre la carica malgrado i numerosi e gravi capi di accusa nei suoi confronti. E che dice l'esimio?? Spara delle massime di una gravità inaudita: parla bene del fascismo, riabilita un criminale come Mangano e dulcis in fundo richiama all'ordine i giornalisti sul modus procedendi della loro professione.

Eh bé pure voi giornalisti, eccheccacchio quanto date le notizie e datele con un altro tono, col sorriso sul volto, eh! Ci vuoleeee, come ha detto?? Ah si! "Una maggiore esprit de finesse" echecchezz!

Senatour, me dia retta, mettiamoci le veline a dar le notizie, con le poppe di fuori, così a quel punto, posson dire pure le peggiori atrocità tanto poi nessuno sta ad ascoltarle!

Un altro giorno accendo la tv e ne vedo un altro di senatore: l'Andreotti! e lì penso: ma guarda lo invitano pure! Gli stendono il tappeto rosso! Son tornati, più forti e prepotenti di prima.

Hanno fatto la barba alla magistratura, e ora ce li teniamo, pluripagati a fare i comodi loro su di una comodissima e potente poltrona! Decidono a loro piacimento sulle sorti del Paese, a prescindere dalla utilità di una popolazione tanto bisognosa di un programma di ripresa.

Abbiamo perso un'occasione storica di cambiare la storia del nostro Paese e non so quante altre occasioni avremo ancora in futuro.

Fino a quando la gente non si deciderà a reagire di fronte ad un insulto tanto esplicito e gratuito di vedersi appioppare in televisione il volto di certi personaggi politici che hanno caratterizzato gli anni bui della nostra Repubblica, dipingendoceli tra l'altro come simpatici, bravi, addirittura quasi umani, be non saremo in grado di cambiare ancora le cose in Italia.

Io, come padre di famiglia ho l'impegno di educare mio figlio secondo principi saldi e morali che ne costituiscano le sue fondamenta un giorno quando se la dovrà vedere da solo in questo mondo, ma non voglio abituarlo a vivere nella merda, ad abituarsi al meno peggio. Se voi come genitori ci riuscite, bè complimenti ma non siete affatto un bell'esempio!

Saluts
Superfly

mercoledì, novembre 05, 2008

The Music in my head

Salve amici,
sono il piccolo di casa a intrattenervi quest'oggi. Come dice sempre il mio papone, non può esserci giornata senza colonna sonora!

Proprio per questo motivo ecco una serie di brani che spero vi piacciano. Queste canzoni ultimamente sono quelle che mi ronzano spesso per la testa, molte delle quali di provenienza sconosciuta, altre dimenticata, altre ancora dal girovagare perennemente curioso del vecio Sup.

Ooh, no non sono brani ricercati, si tratta solo una serie di canzoni molto Pop-olari che spero vi rallegreranno la giornata. Durante il mio girovagare sulla rete ho scoperto questo curioso e simpatico sito: "Mixwit" che a quanto pare vuole emulare le ormai scomparse musicassette.

Il papone, eterno nostalgico romanticone, dice che non avrò mai il piacere e la soddisfazione di fare materialmente una compilation ad una ragazza che mi piace e io gli rispondo che va bene anche così, a distanza!

Voi che ne dite, vi piace la mia compilation?? Mi terreste in considerazione come spasimante semmai vi arrivasse una compilation come questa???

Ps - Ricordatevi di premere Play! :D


Buon Ascolto
Little Buddha


">

lunedì, novembre 03, 2008

Sei proprio una Faccia da...Libro!

Salve pseudo-timido-lettori,

quest'oggi ho un quesito da proporvi. "Cosa ne pensate dell'ennesimo gruppo di aggregazione di internet, meglio conosciuto col nome di "Faccia da Libro?"

Si anch'io mi son lasciato sedurre dal fascino dell'aggregazione, un debole che ho sempre avuto sin da piccolo quando di nascosto mi imbucavo alle feste private di mio fratello più grande di me di tre anni per guardare le sue amiche con le bocce grosse, tirate a lucido!

Puntualmente venivo buttato fuori quando si accorgevano della mia presenza sulla pista da ballo, corrispondente alla sala da pranzo o allo scantinato di qualche abitazione privata. Non ho mai resistito alle colonne sonore degli anni '70 e bastava una palla stratosferica attaccata al lampadario di casa per farmi scattare le gambe. Mi chiamavano il Tony Manero della bassa Marche.

Non divaghiamo, torniamo al punto della discussione. Questo mio debole per forme di agglomerazione multirazziale a base di musica, alcool e...via dicendo, hanno influito sulla scelta di aderire timidamente a qualche blog, poi a dar vita ad un blog personale che non si caga nessuno, infine a vari altri strumenti di chiacchiericcio a distanza (In termine locale "Strumenti da vernecchia fresca"), come ad esempio: Msn, Skype, ecc...

Me ne mancava giust'appunto uno, l'ultimo Faccia da Libro! Sedotto da qualche amico che mi dice: "guarda è divertente, puoi rintracciare amici persi da un sacco di tempo, compagni di scuola che magari ora son ricchi&famosi e vivono fuori Italia, c'è tutto il mondo dentro facebook!

A quel punto mi si illuminarono gli occhi: "tuttoilmondodentro" oooooh!

Come un tossicodipendente, mi si era accesa una irresistibile voglia di adesione! Saranno stati i miei trascorsi da piccolo, quando venivo cacciato dalle feste private da ballo dai più grandi, da amici persi da qualche parte sul globo terrestre, dalla omnipresente voglia di dar fastidio al prossimo, fatto sta che un bel giorno anch'io aderiì al mezzo mediatico da faccia da libro!

Iniziai così entusiasticamente a cercare amici sul sito per accorgermi che:

1) I miei ex compagni di scuola non sono diventati famosi, nè ricchi e tanto meno son migliorati a livello di simpatia col tempo!

2) Sono tutti facilmente rintracciabili al bar del centro del Paese tutti i fine settimana per la consueta colazione o l'aperitivo pre-cena.

3) Gli unici irreperibili son quelli che ai tempi delle feste hanno ecceduto nel trinomio "Sesso-Droga-Rock&Roll" e sono in viaggio alla ricerca di un briciolo di quello che è rimasto di loro stessi.

4) Le mie ex, riassumibili nel numero sulle dita di una mano monca, di cui mi auguro ogni possibile fantozziana sorte, non grave per carità ma comunque tanta sfiga, non compaiono neanche sotto la voce "troie".

5) La ricerca di parenti mi faceva rendere conto che le uniche persone rintracciate in realtà fanno parte di quella parentela a cui sparerei a vista a partire da una distanza di 1 Km (si ho una buona vista, malgrado l'età!).


Riassumendo, a cosa mi è servito aderire a sto network di facce da libro??


Avrò trovato si e no 4 persone in croce in tutto e in genere la conversazione a distanza è riassumibile come di seguito:




Amico Ricercatore: "Ehilà guarda chi si rivede!! E' proprio vero che chi non muore è?? E come stai??

Amico Irreperibile e Rintracciato: "Eh potrebbe andar meglio. Sono appena morti tutti i miei parenti e tu come stai?? Ti vedo bene in foto, a parte i capelli e qualche dente!"

Amico Ricercatore: "Eh si! Ho quattro figli!! Sai son neocatecumenale e ogni colpo da noi è un goal!

Amico Irreperibile e Rintracciato: "Wao! E tua moglie com'è dimmi! Avevi successo ai tempi della scuola con le donne, chissà che bella donna è!?

Amico Ricercatore: "Si tanto bella che è scappata col suo insegnante di danza latino-americana!"

Amico Irreperibile e Rintracciato: "Ah cazzo mi spiace...eh...bè allora....Ehi ma tu eri bravo a calcetto, che ne dici se ci rivediamo per una partita tra scapoli e ammogliati....oh cazzo...che ho scritto!"

Amico Ricercatore: "Eeh magari, giocando con uno dei miei figli m'ha preso a martellate un ginocchio e m'ha rotto il legamento crociato, fine dei giochi a calcetto! Eeeh...e tu che mi dici?? Donne??"

Amico Irreperibile e Rintracciato: "Ma cazzo non ricordi io ero quello effemminato che tu e gli altri prendevate per culo! Sono gaaayyy!"

Amico Ricercatore: "ah già giusto, uno di quelli lì"

Amico Irreperibile e Rintracciato: "Quelli chi??"

Amico Ricercatore: "Quelli si dai...eeeh allora....vabbè...eeh quanti bei momenti!"

Amico Irreperibile e Rintracciato: "Eeeeh, che te lo dico a fare, belli si!"

Ecco questo è una classica discussione da Facebook in cui alla fine i due se avessero la sventura di reincontrarsi, si piglierebbero a manate in faccia.

Un'altra malattia da evitare su faccia da libro, per dare un senso alla propria adesione è quella di aderire a tutti i gruppi di solidaretà per qualche giusta causa; così passi da quelle meritevoli come contro la Legge Gelmini, o in aiuto del grande Saviano a "uccidiamo il gattino della suoneria" oppure "Chi ha sempre desiderato veder strangolato Be-beep da Willy il coyote" o ancora "Ormai il Papa non si regola più, toglietegli il vino".....quei nominativi di adesione andrebbero girati ad un istituto psichiatrico alla ricerca di nuovi potenziali clienti!

Infine ulteriore malattia di Facebook sono gli innumerevoli ed infiniti quesiti che ti propinano: "checazzo di bibita sei" o "quanto sono sporche le tue mutande" oppure "Dimmi come trombi e ti dirò chi eri nel passato" ecc... Basta aderire una sola volta ad un quesito che sei finito! Si, perchè in realtà per vedere il fatidico risultato finale, dopo esserti rotto le balle a rispondere ad una serie infinita di terrificanti domande stupide, ti obbligano prima a girare lo stesso quesito ad almeno 15-20 dei tuoi contatti.....Ossia ti obbligano a rompere il cazzo a tutte quelle persone che non vedevi e sentivi da una vita ed erano felici della cosa e improvvisamente torni a spaccargli il cazzo con una'assiduità e con dei mezzi a dir poco diabolici!

Io stesso sono stato minacciato di morte se mi permetto di girare l'ennesimo quiz cerebro-assasinio a qualcuno dei miei contatti, ma colgo l'occasione per tranquillizzarli tutti: da oggi spengo la mia faccia da libro e torno felicemente nell'anonimato!

Ps- non provate a cercarmi, sparo a vista!


Saluts
Superfly

giovedì, ottobre 30, 2008

Aperte le selezioni per il Grande Fardello!

Sottotitolo: Ratzinger Zeta contro i Manganoidi!

Salve a tutti gente,

è probabile che con questo mio post mi renderò antipatico a qualche pseudo lettore del blog, clero-simpatizzante, ma la notizia appresa oggi a pranzo dal Tg mi ha lasciato di stucco!

Da oggi in poi per chi vuole prendere i voti e indossare la tonaca di prete, dovrà superare le selezioni !!!

Bè, con tutto quello che ultimamente sta accadendo nel nostro Paese direi che è una notizia che doveva aprire il telegiornale. In effetti l'argomento ha trovato il giusto spazio visto che è stata data priorità rispetto ai commenti dei rappresentanti del PD contro le ultime novità legislative di questo governo e la guerra in Congo con centinaia di famiglie in fuga ed i caschi blu in evidente stato di difficoltà.


Pare che alle selezioni ci sia Ratzinger Zeta in persona a presiedere la commissione che tra le varie celebrità prevederanno: un psichiatra di fama mondiale specializzato in selezioni di questo tipo (si vociferà il nome di Merluzzi ma la notizia è da confermare), la De Pilippi e il Maestro Giurman!!

Solo che mi sorge un dubbio....perchè un omosessuale non può diventare prete?? E' come dire ad un uomo a cui piacciono le donne che non può fare il prete se continua a sentirsi attratto da loro... ma se rinuncia ai piaceri della carne, perchè??

Lo Stato Vaticano spera così risolvendo la situazione alla radice di eliminare il fastidioso problema legato ai diversi casi di pedofilia che caratterizzano il clero: niente gay, niet casi di pedofilia.... mah!



Non sarebbe meglio che intervenisse una volta per tutte in maniera chiara, imparziale, severa e tempestiva nei confronti di chi si rende protagonista di un simile abominevole crimine?? Oppure il documento del sacerdozio rappresenta l'ennesima presa in giro nei confronti della popolazione??

Certo è che rende ancora più evidente l'emarginazione del ragazzo omosessuale dalla società che va confinato, estraniato, come portatore di peccato...Mi scusi Eminenza, ma come la mettiamo verso coloro che già portano l'abito e sono omosessuali?? Scatta il cartellino giallo di ammonizione o c'è l'espulsione dal campo con delle giornate di squalifica??



Cari pseudo lettori resta a voi risolvere il dilemma, suggerite risposte valide, saranno ben accette dal Santo Padre!









Saluts
Superfly