venerdì, settembre 04, 2009

ΕΛΕΥΘΕΡΙΑ - 自由度 - SAOIRSE - WOLNOŚĆ - LIBERTÉ



"Libertà e perline colorate, ecco quello che io ti darò", cantava il maestro.

Libertà, che regalo grande, difficile da realizzare ma non impossibile.

Ecco...in Italia si, è completamente impossibile. Il rischio a cui eravamo andati incontro ai tempi della P2, dove c'era un piano per "addormentare" una popolazione, con l'obiettivo di acquisire tutti i mezzi di comunicazione, dalla stampa, alla tv, alla radio, con la finalità di far passare per vero quello che esce fuori dal "tubo catodico" o dalla carta stampata, s'è realizzato oggi.

Abbiamo avuto una grande fortuna in passato che ci aveva consentito di conoscere questo "piano" estremamente pericoloso e malgrado quel campanello d'allarme, ci siamo riposati, abbiamo atteso e ce lo siamo fatti fare passivamente.

Colpa di chi?? Sicuramente tra i responsabili ci sono i politici dell'opposizione. (Parola grande opposizione quando non si fa una benemerita cippa se non quella di litigare tra loro per giochi di potere...).


Opposizione! Sto ancora aspettando una legge sul conflitto di interessi...solo in Italia esiste una situazione del genere in cui un uomo politico ha il controllo quasi totale dei mezzi di comunicazione.

Queste son considerazioni personali che possono ovviamente dare spazio a discussioni e dibattiti, sono aperto a chi ha una visione contraria, ciò non toglie che, essendo nato l'anno della rivoluzione, il '68, non riconosco certo quella popolazione tanto viva e forte nel far riconoscere i propri diritti con quella odierna, passivamente addormentata dinanzi ad una tv accesa che trasmette tette, culi e gossip al posto del Tg.

Pseudo lettore, mi rivolgo a te, voglio farti una domanda, che probabilmente non troverà risposta ma la faccio lo stesso, non si sa mai che qualcuno passi di quà per caso, legga e rifletta. La cosa mi fa sentire un pò meglio. La domanda è: Hai notato o no quello che sta avvenendo in questi ultimi giorni sulla carta stampata da parte di chi è al Governo, nei confronti di quei pochi giornali come "Repubblica" e l'Unità" (ps- piena solidarietà ad una grande scrittrice e giornalista mia concittadina come la Ballestra) che hanno il coraggio di esprimere un parere contrario alla visione di chi è al Governo?

E allora, pensi che in Italia ci sia ancora un briciolo di libertà, di poter manifestare il proprio pensiero anche se diverso rispetto alla visione contorta della realtà che chi è al potere??

Pensi che siamo messi tanto peggio rispetto ai tempi del fascismo?? Oddio dietro alla porta non c'è l'ottuso vestito di nero con manganello ed olio di ricino, ma solo perchè coi tempi di oggi abbiamo raffinato un pò i modi.

Nel frattempo guardate il contributo video riportato quì, è il trailer di un documentario che parla della nostra povera Penisola, "Videocrazy", trasmesso alla mostra di Venezia e già in odor di censura. Sentite le parole del regista e riflettete.

http://video.corriere.it/?vxChannel=News%5Fdal%5FLido&vxClipId=2524_efff7660-98a7-11de-b8d4-00144f02aabc

La Speranza è il carburante dei nostri sogni. Non uccidiamo la nostra libertà.





Hasta Siempre
Il Superfly

6 commenti:

AnimaTriste ha detto...

Caro Sup,
sì. Io penso davvero che siamo messi peggio che al tempo del fascismo.
E sai perchè?
Perchè a quei tempi era tutto molto più limpido, lampante, alla luce del sole.
Al giorno d'oggi invece è tutto talmente torbido, ingannevole e laido che molti cadono nel tranello del non vederci bene...
"non riconosco certo quella popolazione tanto viva e forte nel far riconoscere i propri diritti con quella odierna, passivamente addormentata dinanzi ad una tv accesa che trasmette tette, culi e gossip al posto del Tg"
eeco, è tutto riassunto qui.
Dormendo uccidiamo noi stessi.

Superfly ha detto...

Hasta AnimaCompagna,

Ho appena visto un commento del premier-cavalier al Tg1.

Tanto per fare un esempio di come il tubo catodico riesca a mistificare completamente la realtà: a sentirlo pare che ci sia una congiura dei giornali contro di lui e invece è lui che per screditare chi gli rivolge delle domande a cui può legittimamente difendersi, lo scredita andando a ricercare fantasmi e scheletri dentro l'armadio e sviando l'attenzione sull'argomento principale, come ad esempio le sue peripezie acrobatico-sentimentali (ndr. - trattasi di commento ironico, non si sa mai...).

E' incredibile e preoccupante quanto possa senza che la popolazione insorga, anzi!

Ma, penso, io ho l'obbligo morale di far qualcosa! Ho vissuto buona parte della mia vita, ora ho la responsabilità morale di lasciare ai miei figli e alle nuove generazioni la migliore situazione possibile e il Bel Paese che una volta tutti ci invidiavano perchè ci si viveva davvero bene.

Non so se ce l'ho di più con chi è ora al Governo o verso chi ha reso possibile questo di fronte all'incapacità di Goveranrlo e ancora si considera la rappresentanza politica del centro sinistra della popolazione, dopo aver fallito!

L'importante è non stancarsi dal far sentire la propria voce, tornando in strada e spegnendo uina volta per tutte la tv!

Ciauz

Silvia ha detto...

Tu pensa a quanto anche i tiggì in questoperiodo ci stiano martellando per l'influenza AH1N1... un pandemonio.
Per cosa?
Non sarà per fuorsviare gli ascoltatori e per evitare così di parlare di altre notizie forse più interessanti?
Nemmeno dell'Abruzzo ormai si sente parlare più.. nè dei gommoni di quei poveri diavoli che vengono lasciati affogare e momire in mezzo al mare, in silenzio.
Hai ragione su una cosa, anch'io mi faccio spesso un pò di "mea culpa" sai?
E' facile dire, scrivere, e opporsi a parole.
Ci vogliono i fatti.
E bisogna mettersi in prima linea, bisogna unirsi davvero, metterci la persona.

Superfly ha detto...

Ciao Silvia,

ma guarda, la situazione in Italia è più complessa e irreversibilmente compromessa di quanto si possa pensare.

Di fronte alla più grave crisi economica mai esistita, ogni Paese ha attuato delle misure per risolvere il problema. In Italia no.

Ogni Governo di ogni Stato s'è sforzato di comprendere le ragioni della crisi e risolverle. In Italia no, ci siamo limitati a lanciare "salvagenti di salvataggio" solo per ovviare il problema, ma non azioni durature che ci mettano al riparo da una eventuale futura crisi, né tantomeno che possano assicurare una ripresa dell'iniziativa economica.

Mi spiego meglio: non è decurtando un pò le tasse che spingi a dare impulso all'iniziativa imprenditoriale italiana e straniera a credere nuovamente nel nostro Paese. C'è enorme diffidenza. Non diamo garanzia di stabilità, imparzialità, sicurezza e soprattutto di condizioni economiche favorevoli e rapide (tipo la burocrazia). Di conseguenza, chi oggi ha perso il lavoro non avrà grandi possibilità di ritrovarlo in questo Stato.

Punto 2: Di fronte a crisi economiche come queste c'è chi spesso, avendo denaro ajosa, specula a svantaggio della popolazione sofferente e a proprio vantaggio. Come?? Bene, avrai notato come le famiglie abbiano tirato la cinghia indebitandosi per 20-30 anni per poter comperare una casa con i propri risparmi che non bastano mai. C'è chi ha abbandonato, chi ritarda il versamento delle quote e c'è chi invece, approfittando del calo del tasso di interessi, acquista case svendute da chi ha un incombente necessità economica di far tornare i conti. Domanda: perchè in Italia non c'è una legge che imposti le tasse ulla proprietà edilizia, piuttosto che sul tenore di reddito?? Perchè non si colpisce chi specula, approfittando dello stato di necessità della collettività??
TU mi dirai, perchè in altri Stati si fa questo?? Eh certo! Tipo in Francia, ma in Italia di questi argomenti sui giornali e sui Tg non se ne parla, e anzi facciamo passare come lodevole un'iniziativa del Governo volta a far rientrare i soldi di quei furbi che negli ani passati li han portati fuori dall'Italia....ma scherziamo??
Tanto per fare un esempio:
la differenza tra una condanna per evasione fiscale a Mr Bradley Birkenfeld in America e quella inflitta a MR Tanzi in Italia....ne vogliamo parlare??
L'America ha spulciato tutti i conti del Bradley, compresi quelli di tutti i parenti, recuperando buona parte del credito....e a Tanzi?? Vabbé....gente che ha investito i propri risparmi è finita per strada...
Quando leggo queste notizie mi chiedo: ma come mai in Italia le cose funzionano così male, possibile ci siano tanti incompetenti?? E non vedono come in altri Paesi le cose funzionino decisamente meglio?? E poi rinsavisco e capisco che si ha tutta la volontà di non volerle far funzionare. I primi speculatori, evasori, imbroglioni, lestofanti sono al Governo, chi a destra, chi a sinistra, chi al centro...come possimao sperare che le cose cambino, fino a quando ci ostineremo a tenerli lì??

E allora mi vien voglia di spegnere tutto e tornare a manifestare per strada come si faceva una volta!

Saluts

Fiordicactus ha detto...

Caro Sup,
un'idea per un post, spiritoso, in questa valle di lacrime . . .se non sai cosa fare, passa da me, c'è una "catena-premio" per te! Facoltativa! ;-)

Ciao, R

Superfly ha detto...

Mò passo và Signura, che sennò poi mi si dice che son diventato incazzoso, sforastico e pure mpò stronzo! :D

Però mica se pò sempre ride e scherzà!

Ogni tanto però, me dicono, fa bene alla salute.

Lo prometto, prox post polemico non prima della notte di natale! :D

Saluts