lunedì, giugno 25, 2007

La Lampada di Dino il Promotore Finanziario


Quella che sto per riportarvi è sicuramente la storia più imprevedibile, allucinante, irreale, assurda che vi sia stata mai raccontata.

Mi ero alzato alle 6,00 a.m. anche quella mattina per la consueta corsetta sul lungomare della mia città.
Per inerzia e con gli occhi ancora chiusi, ero riuscito ad assolvere alle principali necessità fisiologiche tipiche del mattino: ho pisciato nel bidè e mi sono sbarbato specchiandomi di fronte allo sciacquone del water close.

Il caffè aveva ridestato solo un paio dei miei sensi, ovvero olfatto e gusto…in pratica dormivo in piedi. Malgrado ciò ero riuscito stoicamente ad indossare la mia tenuta da corsa (un paio di calzoncini consunti e maleodoranti, un paio di calzini spaiati e una canotta) e ad andare a correre.

Arrivato sul lungomare avevo deciso di "scendere" direttamente sul bagnasciuga per la sgambata. La costa era deserta se non per qualche sporadico vecchio in ammollo. Il sorgere del sole dal mare rendeva le figure di questi anziani molto simili a enormi foche monache.

Ero talmente assorto nei miei pensieri ( mi trovavo in uno stato catatonico talmente profondo..) che inciampai con un oggetto semisotterrato nella sabbia.

Dopo essere rovinosamente caduto a terra, pesante come uno stanco e vecchio elefante da circo, rimasi qualche istante a riflettere su cosa fossi inciampato, (circa 15 minuti di invocazione a tutti i santi del paradiso). Rimasi strabiliato nel vedere l’oggetto: “Una lampada d’orata”. Chiesi allora tra me e me: “e se fosse anche magica?? Fammi dare una spolveratine và!”


Strofinai e strofinai ma non accadde nulla. Mi ritrovai così a ridere seduto sulla riva, dandomi del coglione, ma fu proprio il pronunciare quelle parole (“ma sono proprio un coglione!”) a far sì che dalla lampada si sprigionasse una nube azzurrastra che mi circondò inebriandomi con un profumo di zucchero filato. Da quella cortina uscì un omone pelato, muscolosissimo con un abbigliamento molto etnico e tecnico.

Dopo essermi sincerato sui suoi gusti sessuali e sulle sue intenzioni, mi convinsi che si trattava realmente del leggendario e mistico “Genio della Lampada” ! La cosa mi fu confermata dallo stesso signore, con evidenti problemi di calvizie, si insomma il Signor Genio, che mi disse...

Signor Genio: “Sono il Genio della lampada! Da quando ha pronunciato le parole magiche, sono suo umile servitore. Potrà esaudire non più di tre desideri, terminati i quali io sarò libero di tornare alla mia vita quotidiana, Promotore Finanziario per la High Lanum!”

Non potevo credere alle mie orecchie. Qual fortuna mi era capitata, o quale gran botta di culo! Ora dovevo esser bravo io a non sprecare quelle occasioni, buttandomi subito su tre desideri dettati dal mio eterno infantilismo! C’era un problema…ero caduto in un profondo stato di caos mentale, ero ad uno stadio di profondo rincoglionimento cerebrale!

Io: “Dunque dunque…vediamo…humn…voglio essere Hugh Hefner nella sua villa circondato da tutte le sue migliori playmate?? Cacchio solo che ha quasi 90 anni questo e probabilmente non gli si…ughmn..Nonono..meglio di no..uhmn…A San Francisco Bay, sono il più grande surfista del mondo! E passeggio con il mio surf sotto il braccio mentre donne bionde prosperose mi circondano, chiedendomi autografi, lasciandomi indirizzi nel mio costume e io mi appresto a cavalcare onde di 200 metri..hughmn…nonnono!
EUREKA! Ci sono!! Voglio che mia moglie si trasformi…see…diventi….see….LA MIGLIORE CUOCA AL MONDO! SSSSiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!”

Ci ero riuscito! Non avevo svaccato il primo desiderio! Ora toccava al secondo!!

Io: “Dunquedunquedunque! Calma ci vuole la Calma! Allora…Si Ho Trovato!! Siamo diventati ricchi ed estinguo quel cazzarola di Mutuo!! SSSSSSSSSiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii! Non ho svaccato neanche stavolta!! Hurrrrrrrrrrrà!! Ma che cacchio di esclamazione è?? MaVabè!!”

Ora tocca alla terza…..sento la fronte riempirsi di sudore….lo sento scendere per la schiena. Brividi di freddo mi percorrono tutto il corpo….non devo scazzare…è l’utlima, usa quei pochi neuroni che hai dentro quella capoccia grossa che ti ritrovi dai!! Per quanto penso, mi fa addirittura male…uhmn….HO TROVATO!

Io: “Voglio un paio di misure in più di poppe per mia moglie!!”

Sig. Genio: “Sarà Fatto!”

Io: “HURRRAAAA’!!!”

E con uno schiocco di mani emise una immensa nuvola azzurra, tant’è che mi sembrava di stare a Genova durante i cortei del G8!! Quando quella cortina si dissolse, vidi come il Genio nel frattempo si era trasformato. Ora indossava un completo blu con tanto di valigetta 24 h, cravatta Imperial con stemma dell’Università degli Studi di Camerino, mocassini neri lucidissimi, un sorriso bianco splendidosplendente. Non lo riconobbi subito, non sembrava più il genio muscolosissimo di pochi minuti prima, ed il suo rinnovato nonchè curioso modo di esprimersi mi misero quasi paura...

Ex Sig Genio, ora Promotor Finanziario: “Non sciò proprio come ruingrasiarla guardi! Mi consenta, se tante volte le dovesse servire nuovamente una consulenza per un prestito, un nuovo finanziamento, non ci pensi su due volte, la prego, mi contatti! Questo è il mio biglietto da visita!”

E così dicendo mi porse il suo biglietto come Consulente Finanziario! Ero allibito. Avevo liberato un mostro! Lo preferivo decisamente prima come Genio intrappolato in quella misteriosa ed affascinante lampada.

Fuggii così di corsa, non prima di avergli augurato anche a lui di inciampare su un’altra lampada e di esaudire bene i tre desideri, magari concentrando l’attenzione su un ipotetico cambio di lavoro, ma a parte queste considerazioni, ero immensamente ed egoisticamente felice!!

Mi ritrovai così a correre veloce e felice, accarezzato da una leggera e fresca brezza marina e dalle onde del mare. Venni colto improvvisamente dalla voglia di esternare alla mia città la fortuna che avevo avuto, urlandolo con quanto fiato avevo in gola ai quattro venti!!!

Fu così che mi ritrovai seduto sul letto matrimoniale ad urlare a squarciagola: “SIII, ORA NON ABBIAMO PIU’ IL MUTUO DA PAGARE, MIA MOGLIE SA CUCINARE E C’HA DUE POPPE DELLA MADO' ! !


Siamo ai giorni nostri e sto vivendo due drammi contemporaneamente. Non riesco ancora ad accettare che quello che ho vissuto è stato in realtà tutto frutto di un sogno. Logica e razionalità dovrebbero convincermi in tal senso, ma non è questo il vero dramma. Devo trovare il modo di assicurare ad una inca..tissima consorte la bontà sulla sua abilità culinaria, oltre che….humn..


Ps- amore tu sai che scherzo sempre e su tutto io, vero?? Tra l’altro cari ipotetici lettori, queste due personcine che completano il mio nucleo familiare, non sono meravigliose?? :sisisisi-)

Saluts
Superfly

6 commenti:

Black ha detto...

Se fossi quella santa donna di Lazy, ti nutrirei a Guttalax e chiuderei bottega, ingrato!!! La Gatta femminista

Superfly ha detto...

Ih ih ih

Blaaaaaaaaaaaaaaackiiiiii

La mia amica di Forum preferita!!

A parte quello che mi scrivi :-(

ah ah ah humn...spero Ale non prenda spunto dalle tue righe.. :-D

Ciao Mamma Gatta!

gaspare ha detto...

Prima o poi Ale, ti farà fuori.....

Superfly ha detto...

Ciao Gaaaaaaaaaaaaaasp'

E' più forte di me! Non riesco a resistere. La battuta la devo fà per forza... :D

Dici che stavolta la sconto?? :-0

Rischi del mestiere ....ih ih

Shakib ha detto...

Caro Superfly, grazie per la tua vista sul mio blog. Un'altra colonna sonora notevole è proprio "SUPERFLY".

Superfly ha detto...

Ciao Shakib,

son d'accordo con te! Essendo un patito della "blaxploitation" amo quella colonna sonora, anche se il mio preferito rimane Isaac Hayes con "Shaft" altra mitica colonna sonora da cui ha vinto anche l'Oscar.

Tornerò presto a farti visita e grazie del tuo saluto!! :D