mercoledì, agosto 27, 2008

Sgoccioli di vacanza



"L'estate sta finendo e un anno se ne va, sto diventando grande lo sai che non mi va" - Righeira Bros, docet.


Salve sono il piccolo di casa ad intrattenervi oggi. Volevo farvi il resoconto di quest'estate.

Il mese di agosto è stata una vera forza. I due veci mi hanno portato tutte le mattine al mare. Non ho mai visto tanta acqua messa assieme, dopo quella della vasca da bagno! Ma come faranno a contenerla così e per tutto quel tempo??



Ci siamo spostati, per questo mese direttamente nella casa del nonno Peppe, che è ad un passo dal mare e così non abbiamo dovuto fare avanti e indietro con l'auto da casa per raggiungere la spiaggia, anzi, il papone l'ha proprio dimenticata: parcheggiata & abbandonata facevamo i nostri giri in bici dove mi scorrazzava per tutto il litorale, ora a nord, poi a sud, ora a vedere barche e gabbiani e infine in pineta a giocare con gli altri bimbi.






Ho fatto impazzire, nell'ordine un pò il nonno Peppone, un'altra il papone. Al nonno ora correvo in balcone a strappar via dai vasi i vari fiori del giardino, poi rientravo correndo in casa e tiravo fuori tutta la batteria di pentole per una jam session e infine, ripreso anche lì, scappavo per andare a distruggere tutte le riviste di barche e navi che custodisce in salotto e che sono datate 1968!!!!




Al papone invece lo tormentavo la notte in quanto dormivamo tutti e tre nel vecchio lettone di casa del nonno. Mi accostavo come un anguilla e ogni tanto lo facevo sobbalzare con qualche urlo, per vederlo poi inveire ad occhi chiusi come uno zombie. In altre occasioni lo facevo impazzire al parco dove mi divertivo a fare l'esatto contrario di quello che mi diceva e che facevano gli altri bambini, tipo: usare al contrario lo scivolo, prendere sassi in terra e lanciarli, ficcarmi direttamente dentro le fontane del paese. Ma in fondo, perchè devo uniformarmi come gli altri bimbi?? Cos'è sta forma di schiavismo??


Ma torniamo al mare, questa splendida invenzione! Ogni mattina rimanevo in ammollo per circa due - tre ore. Per me estate = bagni; di giocare in spiaggia ad inzozzarmi con la sabbia non mi và. Mi sono distinto per numerosi tuffi sott'acqua, merito dei soliti genitori imbranati e con una capacità reattiva tipica di un novantenne. Malgrado ciò, ho gradito molto la cosa, è una ficata! Il papone dice che mi comprerà presto tutta l'attrezzatura subacquea, con tanto di fucile, pinne & occhiali. Il Sup dice che devo darmi da fare e procurarmi subito da mangiare, il pesce fa bene alla salute e allo sviluppo e abbiamo un mutuo da pagare...

I pomeriggi li abbiamo passati a scorrazzare in bici. Il papone ha pedalato in lungo e largo sul litorale Piceno, ora a nord alla scoperta del mito e dei misteri della Dea Cupra, ora a sud a conoscere l'antica flotta navale Sanbenedettese ed il suo glorioso Porto; ma a parte le sue decerebrazioni devo dire di essermi davvero divertito. Spesso la scarrozzata vedeva come sosta una pineta dove oltre a spataccarmi per terra dallo scivolo, mi vedeva protagonista in una piccola giostra, dove il Sup poi alla fine per convincermi a scendere mi comperava una palla magica da riportare a casa.
La strada era lunga per tornare a casa in bici e la paura di perdere l'ennesima pallina che poteva sfuggirmi dalle mani (che avrebbe visto poi il papone scommodare tutti i santi del paradiso per cercare di recuperarla), mi suggeriva sempre di stringerla forte e di non mollarla mai, neanche una volta sceso dal seggiolone della mountain camuffata del Sup.




Capitolo Mammona: Anche lei è stata con noi tutte le mattine in quanto pur lavorando d'estate presso una delle splendide strutture ricettive della nostra meravigliosa città, inizia dalle 2 del pomeriggio e quindi ha tutto il tempo e la pazienza da spendere con me!

La rivedo poi, solo alle nove della sera, dove già dalle scale di casa del nonno, mi sforna uno splendido sorriso e io gli faccio omaggio di un balletto irlandese visto sui cartoni. Pare gradisca molto la cosa.

Ebbene il papone è rientrato in ufficio da lunedì e le mattine al mare un pò mi manca anche se c'è sempre la mia Mammona preferita da fare impazzire. Il Sup ha ancora l'occhio pesto per i bagordi estivi e il magone per la festa che per lui è terminata; a me mancano ancora pochi spiccioli di giornate, poi con la fine di questo mese torneremo tutti alla nostra cara casetta di collina e anche quest'estate sarà terminata.


Ciao a Todos
Little Fish Buddha



6 commenti:

Lella ha detto...

oh, little fish BUddha!
hai dimenticato di raccontare di quando zia Lella è venuta a trovarti e ti ha spupazzato un giorno intero, di quando abbiamo visto insieme la barriera corallina di SB, del vulcano che abbiamo fatto con la sabbia e per far vedere bene il fumo, invece che il giornale ci abbiamo messo le carte di credito di papà...
come?
no?
non è successo?
come mi hai chiamato?
"zia paccara"? a me? sob!

Superfly ha detto...

Tò chi si legge!!

La zia Paccara! La storia è poco credibile soprattutto nella parte relativa alle presunte carte di credito del papino.....

A solaaaaaaaaaaa! :D

Vabbè vorrà dire che verremo noi da te!! (si, questa è una minaccia!) :rotfl

fiordicactus ha detto...

Caro Little Fish Buddha,
che bella estate che hai avuto, proprio quella che meritano i bambini!!!
Mi piacciono i bambini che usano la batteria di cucina per fare musica . . . complimenti!
Ciao, R

Superfly ha detto...

Seee, te piacciono i bambini che ti rompono i timpani co' le pentole...ma a chi la racconti??

Adesso te lo porto per una jam session mentre vedi le tue soap opera preferite!! :D

fiordicactus ha detto...

Consiglio a "Papone" la lettura dei mie post, sotto le categorie, "nipoti" e "figli" . . .
si accorgerà, caro Superfly, che casa mia, in certe occasioni è un caravanserraglio . . . cosa mai sarà un piccolino da solo? ;-)
Tra l'altro sono stonata come una campana, per cui, non mi darebbe fastidio qualche eventuale nota non conforme! :-)))
Ciao, R
PS. non guardo mai soap opera, sono una casalinga della Città della Costa, mica, di Voghera!!! ;-)

Superfly ha detto...

Aaah ah ah

Attenta, che potrebbe leggere qualche casalinga di Voghera ed offendersi!

Ps- ti farei parlare con il nonno, a cui il "piccolo" sta facendo girare la testa. Ha una capacità distruttiva pazzesca!